LESIONI MENISCALI

I menischi (menisco mediale o interno e menisco laterale o esterno) sono strutture fibrocartilaginee localizzate tra il condilo femorale e il piatto tibiale.

Storicamente considerate prive di funzione, in realtà si sono rivelate strutture importanti per la funzionalità del ginocchio, in quanto contribuiscono alla stabilità dell’articolazione e distribuiscono in modo uniforme il carico su tutta la superficie articolare.

Le lesioni del menisco causate da eventi traumatici sono piuttosto comuni, in ambito sportivo e non solo (i sintomi sono dolore acuto, gonfiore e difficoltà a piegare e raddrizzare la gamba), ma possono manifestarsi anche meniscopatie di tipo degenerativo.

Come curare una lesione meniscale?

Purtroppo il menisco non ha capacità rigenerative. In caso di lesioni degenerative o traumatiche minori vengono messe in atto strategie conservative, quali trattamenti fisioterapici e infiltrativi con acido ialuronico.

Per lesioni particolarmente gravi o nel caso del fallimento delle terapie conservative, potrebbe essere necessario il ricorso a un intervento chirurgico: in particolare, la procedura artroscopica mini-invasiva consente di rimuovere la porzione di menisco lesionata, mantenendo la parte di menisco sana (meniscectomia parziale).

In alcuni casi può essere indicato, invece, un intervento di riparazione meniscale (sutura), effettuato mediante artroscopia.

Guarda i video di animazione 3D relativi agli interventi di riparazione del menisco tramite artroscopia e di meniscectomia parziale

Esempio di riparazione del menisco (animazione)



Esempio di meniscectomia parziale (animazione)