Artrosi alla caviglia: quando il dolore è un campanello d’allarme da non sottovalutare

 

La comparsa improvvisa del dolore alla caviglia può dipendere da diversi fattori: si può aver subito un trauma o semplicemente dopo una banale distorsione.

Se però, il dolore resta costante, senza accenni di miglioramento, bisognerà necessariamente consultare uno specialista.

Il dolore alla caviglia potrebbe essere un campanello d’allarme importante, che segnala l’ evolversi di una patologia da non trascurare : L ‘ARTROSI

Che cos’è l’artrosi , e perché colpisce la caviglia

 

L’artrosi, comunemente definita anche osteoartrosi, è una patologia reumatica la cui incidenza è molto frequente e può riguardare tutte le fasce di età.

La comparsa del dolore dovuto all’artrosi è causata dal deterioramento della cartilagine che riveste le articolazioni.

L’ artrosi è una patologia articolare indubbiamente molto diffusa.

Ne sono affetti milioni di persone di entrambi i sessi già’ a partire dai 30-40 anni, in misura via via crescente, col progredire dell’età.

Infatti, con l’invecchiamento dei tessuti articolari si riduce gradualmente con l’idratazione e l’elasticità della cartilagine, con conseguente assottigliamento del rivestimento cartilagineo e quindi con minore protezione delle superfici ossee durante il movimento.

Ne consegue, un più intenso sfregamento delle superfici articolari con maggiore usura, con ulteriore deterioramento delle strutture legamentose e capsulari.

Esistono due tipologie di artrosi, ossia la primaria e la secondaria: nell’artrosi primaria, i fattori scatenanti sono di tipo genetico, mentre in quella secondaria l’artrosi può derivare da traumi pregressi, da malattie infiammatorie a carico delle articolazioni e da tutti quei fattori che possono colpire una determinata zona.

A prescindere dalla tipologia di artrosi, i sintomi principali saranno sicuramente la rigidità e il dolore costante, soprattutto per quanto riguarda la caviglia, che deve sopportare 3 – 4 volte il peso del corpo.

 

L’importanza di una diagnosi precoce per l’artrosi alla caviglia

 

Diagnosticare precocemente l’artrosi della caviglia potrà salvaguardare la sua stessa funzionalità, prima che venga compromessa in maniera irreparabile.

E’ necessario, dunque, non sottovalutare il dolore e rivolgersi prontamente allo specialista ortopedico.

Il dr Alessandro Caprio, uno dei più qualificati ortopedici in materia, esercita la professione con la sua equipe a Roma e Milano e può affrontare e risolvere qualunque problematica.

Una visita approfondita sulla caviglia, comporterà esami mirati del sangue e radiologici per poter escludere qualsiasi altra patologia e approntare cure e interventi terapeutici idonei.

Attualmente non esiste un farmaco in grado di curare in maniera definitiva l’artrosi: esistono, però, delle cure in grado di ridurre il dolore.

Nel caso il dolore dovesse persistere, si possono utilizzare interventi terapeutici più mirati, come ad esempio INFILTRAZIONI DI CORTISONE O ACIDO IALURONICO, PRP-O INNESTI Dl TESSUTO AUTOLOGO (GRASSO).

Se tali terapie dovessero fallire, si può procedere all’intervento chirurgico di sostituzione protesica della caviglia.

 

Prenota una visita

Se desideri richiedere un consulto al dr Alessandro Caprio, specialista nella chirurgia del piede e della caviglia, puoi farlo prenotando una visita.

Il dr Alessandro Caprio riceve su appuntamento in differenti centri medici a Roma e Milano.

 

Per appuntamento

 

Dal lunedì al venerdì: 08:00 – 20:00

339 60.89.786

338 23.99.260

06 43.68.68.37